Mese: aprile 2020

Allarme Cna: 135mila parrucchieri a rischio per apertura ritardata al 1° giugno

Allarme Cna: 135mila parrucchieri a rischio per apertura ritardata al 1° giugno

CNA News
In Croazia, Germania, Grecia, Norvegia e Svizzera hanno riaperto, in Francia si apprestano a farlo – Crescita dell’abusivismo e dei servizi forniti a domicilio, illegali e senza rispetto della sicurezza Tra le categorie più deluse dai dettagli della “fase 2” presentata dal premier Giuseppe Conte domenica ci sono i parrucchieri e i saloni di bellezza, che dovranno aspettare il 1° giugno per riaprire, mentre si aspettavano una data simile a quella prevista per i negozi (18 maggio). L’appello della Cna «Desta sconcerto e rabbia il fatto che nel Dpcm del 26 aprile non si faccia alcuna menzione a una possibile data di riapertura delle imprese di acconciatura ed estetica – spiega la Cna in una nota –. L’ennesima dichiarazione in conferenza stampa del presidente del Consiglio, che lascia inten
APP PER IL COVID-19 e  “Sovranità Digitale “

APP PER IL COVID-19 e “Sovranità Digitale “

CNA News
Nelle discussioni sulle App di tracciamento dei contatti si confrontano due approcci. Il primo sostenuto dai governi ( ad esempio Francese ed Italiano) è quello di centralizzare la raccolta delle informazioni in una banca dati unica a disposizione delle autorità, con l’accesso ed il controllo diretto delle informazioni da parte dei governi. Il secondo, sostenuto dalle due multinazionali Apple e Google prevede la raccolta dei dati in locale sul singolo device, gli applicativi previsti dai governi gestirebbero poi l’avviso ai potenziali contagiati e la raccolta anonimizzata dei dati. I due diversi approcci coinvolgono sia le problematiche relative alla sicurezza dei dati sia quelle della privacy dei soggetti interessati ed ampie discussioni sono in atto in molti paesi Europei sulle
Il 4 maggio ripartono tutti i cantieri edili, sia pubblici che privati

Il 4 maggio ripartono tutti i cantieri edili, sia pubblici che privati

CNA Costruzioni, CNA News
Il prossimo 4 maggio riaprono in sicurezza tutti i cantieri edili, un contributo rilevante all’economia del Paese per evitare che l’emergenza economica si aggiunga a quella sanitaria. Le Associazioni di categoria e i sindacati dei lavoratori hanno stabilito regole che intendono mettere in sicurezza sia le imprese che i lavoratori. La ripartenza seguirà regole chiare e condivise tra le parti sociali e il Governo contenute in appositi Protocolli di regolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid-19 nei cantieri. Il primo, relativo ai cantieri pubblici, è stato condiviso lo scorso 24 aprile tra i Ministeri delle Infrastrutture e del Lavoro, l’Associazione dei Comuni, Unione delle Province, CNA Costruzioni, le altre associazioni dell’edilizia dell’artigianato, dell’ind

Mascherine a 50 centesimi affondano l’industria italiana

CNA Federmoda, CNA News
Il Made in Italy non è evidentemente al centro delle attenzioni della politica del Governo, almeno gli atti non sono conseguenti alle dichiarazioni. Ieri il Presidente del Consiglio ha annunciato la messa in commercio delle mascherine ad un prezzo imposto al consumo che non potrà superare i cinquanta centesimi. Evidentemente si pensa ad una massiccia importazione di prodotti dalla Cina o da altri Paesi dove diritti del lavoro, rispetto dell’ambiente, etica e responsabilità sociale sono considerati un disturbo allo sviluppo economico. Fin dalle prime fasi dell’emergenza sanitaria, come CNA Federmoda insieme ad altri partner, abbiamo lavorato per costruire attraverso le imprese una filiera italiana che potesse riportare nel nostro Paese una produzione ormai pressoché totalmente delo
La nostra campagna su quotidiani e social per rimettere in moto l’Italia

La nostra campagna su quotidiani e social per rimettere in moto l’Italia

CNA News
Idee chiare e visione del futuro che si traducono in proposte concrete ed efficaci per rimettere in moto l’Italia. CNA è totalmente impegnata nel sostegno ad artigiani e imprese in questa fase che non ha precedenti storici. La Confederazione ha messo a punto un progetto e un manifesto con 12 proposte ben definite e delineate. CNA ha deciso di promuovere e diffondere in particolare il manifesto che valorizza le richieste e le proposte per tutelare il sistema imprenditoriale italiano. Una serie di misure straordinarie, ma necessarie per limitare l’impatto della crisi e al tempo stesso per salvare il Paese e riaccendere i motori della ripresa. Per diffondere le proposte e le idee abbiamo deciso di lanciare una campagna di informazione su tutti i più importanti siti web delle principali te
Impiegare autobus privati e taxi per il trasporto pubblico

Impiegare autobus privati e taxi per il trasporto pubblico

CNA FITA, CNA News
CNA Fita propone di impiegare autobus da noleggio e taxi per integrare l’offerta di trasporto pubblico fino al ritorno alla normalità. Le Pmi del trasporto persone possono offrire un prezioso contributo alle esigenze di mobilità nella fase di riapertura delle attività. Il settore privato può mettere a disposizione un parco veicoli di circa 70mila unità tra taxi e Ncc (oltre 40mila auto) e autobus noleggio (quasi 30mila mezzi) per rispondere alle esigenze di mobilità collettiva. I protocolli di sicurezza e, in particolare, il distanziamento non consentono al servizio pubblico di soddisfare in modo adeguato la domanda di trasporto. La proposta di CNA Fita consente di raggiungere un duplice obiettivo: potenziare l’offerta di mobilità pubblica e dare risposte alla drammatica crisi che s