Giorno: 29 Aprile 2020

Allarme Cna: 135mila parrucchieri a rischio per apertura ritardata al 1° giugno

Allarme Cna: 135mila parrucchieri a rischio per apertura ritardata al 1° giugno

CNA News
In Croazia, Germania, Grecia, Norvegia e Svizzera hanno riaperto, in Francia si apprestano a farlo – Crescita dell’abusivismo e dei servizi forniti a domicilio, illegali e senza rispetto della sicurezza Tra le categorie più deluse dai dettagli della “fase 2” presentata dal premier Giuseppe Conte domenica ci sono i parrucchieri e i saloni di bellezza, che dovranno aspettare il 1° giugno per riaprire, mentre si aspettavano una data simile a quella prevista per i negozi (18 maggio). L’appello della Cna «Desta sconcerto e rabbia il fatto che nel Dpcm del 26 aprile non si faccia alcuna menzione a una possibile data di riapertura delle imprese di acconciatura ed estetica – spiega la Cna in una nota –. L’ennesima dichiarazione in conferenza stampa del presidente del Consiglio, che lascia inten
APP PER IL COVID-19 e  “Sovranità Digitale “

APP PER IL COVID-19 e “Sovranità Digitale “

CNA News
Nelle discussioni sulle App di tracciamento dei contatti si confrontano due approcci. Il primo sostenuto dai governi ( ad esempio Francese ed Italiano) è quello di centralizzare la raccolta delle informazioni in una banca dati unica a disposizione delle autorità, con l’accesso ed il controllo diretto delle informazioni da parte dei governi. Il secondo, sostenuto dalle due multinazionali Apple e Google prevede la raccolta dei dati in locale sul singolo device, gli applicativi previsti dai governi gestirebbero poi l’avviso ai potenziali contagiati e la raccolta anonimizzata dei dati. I due diversi approcci coinvolgono sia le problematiche relative alla sicurezza dei dati sia quelle della privacy dei soggetti interessati ed ampie discussioni sono in atto in molti paesi Europei sulle
Il 4 maggio ripartono tutti i cantieri edili, sia pubblici che privati

Il 4 maggio ripartono tutti i cantieri edili, sia pubblici che privati

CNA Costruzioni, CNA News
Il prossimo 4 maggio riaprono in sicurezza tutti i cantieri edili, un contributo rilevante all’economia del Paese per evitare che l’emergenza economica si aggiunga a quella sanitaria. Le Associazioni di categoria e i sindacati dei lavoratori hanno stabilito regole che intendono mettere in sicurezza sia le imprese che i lavoratori. La ripartenza seguirà regole chiare e condivise tra le parti sociali e il Governo contenute in appositi Protocolli di regolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid-19 nei cantieri. Il primo, relativo ai cantieri pubblici, è stato condiviso lo scorso 24 aprile tra i Ministeri delle Infrastrutture e del Lavoro, l’Associazione dei Comuni, Unione delle Province, CNA Costruzioni, le altre associazioni dell’edilizia dell’artigianato, dell’ind