Giorno: 23 Marzo 2020

TASK FORCE CNA

TASK FORCE CNA

CNA News
  Caro imprenditore, Cara imprenditrice, CNA è al tuo fianco per rispondere al meglio ai tutti i vostri dubbi su questa emergenza che stiamo affrontando assieme.   Chat dedicata per ogni quesito sull’emergenza COVID 19 https://www.cna.it/task-force-covid-19/ #contasucna
INPS ACCOGLIE RICHIESTE CNA

INPS ACCOGLIE RICHIESTE CNA

CNA News
La sospensione degli adempimenti e dei versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali comprende anche quelli relativi alla quota a carico dei lavoratori dipendenti. L’Inps fa marcia indietro, quindi, raccogliendo le ragioni delle imprese di cui si era fatta carico la CNA. La nostra Confederazione aveva immediatamente messo in risalto la palese contraddizione della precedente circolare dell’Inps con la ratio del decreto CuraItalia (mirato a sostenere la liquidità delle imprese in questa fase così delicata della vita sociale ed economica del nostro Paese) nella parte in cui obbligava a versare comunque la quota a carico dei dipendenti. Una vittoria della CNA per le imprese e per l’intero sistema Italia. COMUNICATO INPS
DCPM – 22/03/2020

DCPM – 22/03/2020

CNA News
Dcpm del 22 marzo 2020 pubblicato in gazzetta ufficiale. Nell’allegato sono evidenziati i codici delle attività essenziali che possono continuare a lavorare. Per eventuali dubbi in merito alla vs attività contattateci, siamo a vs disposizione con il supporto della task Force nazionale. In particolare fate attenzione alla lettera d) “restano consentite le attività che sono funzionali ad assicurare la continuità delle filiere dell’attività dell’allegato 1.........previa comunicazione al prefetto della provincia dove è ubicata l’attività...” Dcpm 22/03/20
Comunicazione Agenzia delle Entrate

Comunicazione Agenzia delle Entrate

CNA News
CREDITO D’IMPOSTA DEL 60% PER L’AFFITTO DI MARZO: LE IMPRESE CHIUSE USANO ANCHE IMMOBILI C3 e D8 QUESTO UNO DEGLI EMENDAMENTI CNA AL DECRETO CURA ITALIA L'Agenzia delle Entrate ha istituito il codice tributo per consentire alle imprese di fruire del credito d'imposta, di cui all'art. 65 del dl 18/2020 CURA ITALIA, commisurato al 60% del canone di locazione dovuto per il mese di marzo per l'affitto di negozi e botteghe di categoria catastale C/1. Questa agevolazione non è fruibile dai soggetti esercenti attività di cui agli ALLEGATI 1 e 2 del dpcm 11/03/2020, a cui attraverso i contenuti di detto decreto era stato consentito continuare a svolgere l'attività economica ivi descritta.