Giorno: 6 Maggio 2020

Parrucchieri ed estetisti al Governo: siamo allo stremo, dobbiamo riaprire subito o chiuderemo tutti

Parrucchieri ed estetisti al Governo: siamo allo stremo, dobbiamo riaprire subito o chiuderemo tutti

CNA News
Le imprese di acconciatura ed estetica sono ancora in attesa di conoscere la data di riapertura dell’attività. Questa mancanza di risposte e di certezze da parte del Governo è divenuta insostenibile. Senza una prospettiva certa la necessità di aiuti immediati diventa urgente. Dopo quasi 60 giorni di lockdown le imprese sono ormai allo stremo. Molte saranno costrette a chiudere per sempre, molti saranno i lavoratori che perderanno l’occupazione e le famiglie che si ritroveranno in gravi difficoltà economiche. Gli interventi finora varati sono stati deludenti. Con il contributo di 600 euro non è stato possibile per le imprese far fronte, se non in minima parte, ai numerosi costi fissi (utenze, affitti, rate per contratti di fornitura normalmente annuali) e la garanzia totale sui pr
Tamponi e test, il nostro impegno sul territorio

Tamponi e test, il nostro impegno sul territorio

CNA News
Per garantire in piena sicurezza la ripresa dall’emergenza Coronavirus, alcune CNA territoriali si sono attivate. Servizi di screening, come i tamponi e i test sierologici, sono disponibili nei punti di accoglienza socio-sanitari. È il caso di CNA di Roma che ha avviato un servizio di prenotazione con uno dei più autorevoli laboratori di analisi attivo in città per effettuare il test sierologico valido per il tracciamento del Coronavirus. Anche la CNA de L’Aquila si è attivata, aprendo nella sua sede un punto di accoglienza strutturato con tutti i sistemi di sicurezza operativa e sanitaria nel quale sono stati effettuali 150 tamponi solo nella prima giornata. Lo screening è riservato sia alle imprese artigianali e commerciali del territorio sia ai lavoratori impiegati nei cantieri d
Effetto Covid sulle imprese, nel 2020 ricavi in caduta del 42%

Effetto Covid sulle imprese, nel 2020 ricavi in caduta del 42%

CNA News
Ricavi quasi dimezzati nel 2020 con il turismo che prevede una contrazione del 66,3%, giudizi in prevalenza negativi sui provvedimenti finora adottati dal Governo per contrastare la crisi provocata dalla pandemia, sette imprese su 10 hanno fatto ricorso agli ammortizzatori sociali, forti criticità per l’accesso al credito. Sono i principali risultati della rilevazione effettuata dalla CNA su un campione di circa 14mila imprese per fotografare una crisi senza precedenti. Per l’anno in corso si stima un crollo del fatturato del 42% rispetto al 2019 con alcuni comparti che prevedono un giro d’affari più che dimezzato. Oltre al turismo, -56,7% per la moda e -54% per il commercio. La flessione “più contenuta” è per i servizi alle imprese (-40%). L’indagine effettuata dalla CNA indica
Silvestrini: “Risarcimenti e bonus da mille euro mensili per rispondere ai bisogni degli imprenditori”

Silvestrini: “Risarcimenti e bonus da mille euro mensili per rispondere ai bisogni degli imprenditori”

CNA News
“Più infrastrutture digitali, più formazione e cultura, un alleggerimento del fisco, ricucire il divario Nord e Sud e soprattutto una radicale riforma per snellire le norme e la burocrazia” con queste parole Sergio Silvestrini, segretario generale CNA, spiega, dalle colonne del “Quotidiano Nazionale”, le misure necessarie a fronteggiare l’emergenza Coronavirus contenute nel manifesto della CNA “Ricominciamo da noi, artigiani e piccole imprese”. Nell’intervista di oggi, 5 maggio, il segretario della CNA, parte dai dati dall’indagine condotta dalla Confederazione presso circa 14mila imprenditori per fare il punto della crisi economica che sta investendo la Penisola a seguito del lockdown legato all’emergenza Covid-19 e anche delle relative misure che il Governo sta mettendo in campo per s