Giorno: 4 Maggio 2020

Parte la Fase 2. Ma per molti artigiani è ancora Fase 1

Parte la Fase 2. Ma per molti artigiani è ancora Fase 1

CNA Benessere e Sanità, CNA News
Oggi si è ufficialmente aperta la Fase 2. Con circa 900mila imprese artigiane (e oltre due milioni e 300mila addetti) interessate dalla riapertura. Una riapertura che, però, coinvolge un numero ancora insufficiente di micro e piccole imprese. Non solo, infatti, sono rimaste sostanzialmente chiuse le imprese del turismo e sono aperti con pesanti limitazioni ristoranti, bar, pasticcerie, pizzerie e così via. Rimangono con la saracinesca abbassata fino a terra, a esempio, le attività dei servizi alla persona, di acconciatura e di estetica in primis. Un settore che, con 135mila imprese e più di 260mila addetti, partecipa in maniera determinante all’economia italiana, oltre a garantire il benessere delle persone. Un settore che sta pagando la disattenzione del governo. CNA da tempo
CNA News
Invitalia ha pubblicato Impresa Sicura, il nuovo bando che permette di essere rimborsate alle aziende di qualunque dimensione che hanno sostenuto spese per l’acquisto di dispositivi e altri strumenti di protezione individuale finalizzati al contenimento e al contrasto dell’emergenza Covid-19. Le risorse totali sono pari a 50 milioni di euro (fondi Inail), e saranno distribuite secondo questo schema: massimo 500 per ciascun addetto dell’impresa richiedente, fino a 150.000 euro per impresa. Il bando Impresa Sicura copre le spese (sostenute tra il 17 marzo 2020 e la data di invio della domanda di rimborso) per l’acquisto di: mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3; guanti in lattice, in vinile e in nitrile; dispositivi per protezione oculare; indumenti di
I Protocolli di Autoregolamentazione promossi da CNA per la Ripartenza

I Protocolli di Autoregolamentazione promossi da CNA per la Ripartenza

CNA News
Pubblichiamo, a beneficio delle imprese,  “Codici di Autoregolamentazione” promossi da CNA con l’obiettivo di dare indicazioni importanti nella auspicata fase di ripartenza. Il punto fermo su cui si incardinano le nostre riflessioni è il contenuto del “Protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” sottoscritto con il Governo e le altre Parti Sociali il 14 marzo 2020, aggiornato e integrato con il nuovo Protocollo sottoscritto in data 24 aprile 2020 che lo sostituisce. L’obiettivo è quello di offrire alle aziende uno strumento utile a bilanciare l’esigenza di riaprire con la volontà e il bisogno di garantire l’adozione di misure di prevenzione dal contagio. leggili su: https://www.cnasr.it/i-p